Vai al contenuto

Castello medievale con vista mare

Stanza privata in castello - Host: Pietro
2 ospiti1 camera da letto1 letto1 bagno
Pulizia avanzata
Questo host si impegna a seguire la procedura avanzata di pulizia in 5 fasi di Airbnb. Scopri di più
Wi-fi
Questo servizio è molto richiesto dagli ospiti
Host esperto
Pietro ha 133 recensioni per altri alloggi.
Termini di cancellazione
Aggiungi le date di viaggio per conoscere i dettagli relativi alla cancellazione per questo soggiorno.
Regole della casa
L'host non permette che si fumi o che si introducano animali domestici. Mostra i dettagli
Il Castello Malaspina di Fosdinovo, risalente alla seconda metà del XII secolo, si erge a nord della Toscana tra le Alpi Apuane e la costa del Mar Tirreno (Lerici, Cinque Terre, Versilia).
Le camere si trovano lungo il percorso museale.

Lo spazio
Il B & B gestito dalla famiglia Malaspina, è svolto nelle più belle sale del castello. Ogni camera è unica per arredi e vista. Ci sono confortevoli sale a disposizione per gli ospiti, una bella torre Con la visualizzazione paesaggio e giardini pensili dove è possibile rilassarsi, leggere un libro o paint.Free Wi-Fi e parcheggio.
Anche nel castello di partecipare un programma di residenza per scrittori e artisti visivi vive qui a lungo quel periodo.
Non è prevista la prima colazione.

La costruzione dell’imponente fortezza, innalzata a dominio e difesa del primitivo Castro di Fosdinovo, ebbe inizio nella seconda metà del XII secolo. Il castello oggi si compone di una pianta quadrangolare con quattro torri rotonde orientate, un bastione semicircolare, due cortili interni (uno centrale), camminamenti di ronda sopra i tetti, giardini pensili, loggiati e terrazze. Protetto anticamente da un ponte levatoio, l’ingresso si apre su un piccolo cortile dove si trovavano i cannoni difensivi, con una colonna marmorea romanica che sostiene i loggiati superiori. Da qui partono le larghe rampe di scale (ci si passava con i cavalli) che conducono al grande cortile centrale.

Attraverso l’elegante porticato rinascimentale con colonne in pietra, si accede alle sale del Castello, arredate ed affrescate alla fine del 1800: la Sala d’ingresso, la Sala da pranzo col grande camino settecentesco e le ceramiche da farmacia del ‘600, la Sala del trono, la stanza di Dante, il grande Salone con gli attigui salotti e la camera del trabocchetto con la sottostante sala delle torture. Dalla sala del trono delle piccole scale conducono ai camminamenti di ronda e alla torre merlata.

Mare. La costa tirrenica si presenta qui costellata da paesini a picco sul mare che fecero innamorare scrittori come Shelley, Byron, Petrarca e Montale: le Cinque Terre ed il Golfo dei Poeti (Lerici, Porto Venere, Tellaro, Isola della Palmaria).

Alpi Apuane. Meta d’interesse per amanti del trekking, queste montagne offorno percorsi escursionistici per tutti i livelli, rifugi e parchi naturali.
Cave di Carrara. Le cave di marmo più famose (Fantiscritti, Ravaccione e Colonnata) distano trenta minuti di macchina dal castello.
Castelli. La Lunigiana è anche denomianta la “terra dei cento castelli”. I principali, partendo da nord, sono il castello del Piagnaro di Pontremoli, il castello di Malgrate, il castello di Castiglione del Terziere, la fortezza della Brunella di Aulla. Passando alla Lunigiana orientale, i due principali castelli sono la Verrucola di Fivizzano, nell’omonimo borgo, ed il castello dell’Aquila di Gragnola, restaurato negli ultimi anni.
La più famosa leggenda del castello è quella che riguarda la giovane Bianca Maria Aloisia, figlia di Jacopo (Giacomo) Malaspina e Oliva Grimaldi. La bellissima ragazza si era perdutamente innamorata di un giovane stalliere. I genitori, contrari a quell’amore infamante per il blasone dell’intera famiglia, avevano tuttavia minacciato la poveretta di rinchiuderla a pane ed acqua nelle segrete del Castello. La giovane, affatto impaurita da quelle minacce, non aveva desistito dai propri propositi d’amore. Quell’atteggiamento ribelle aveva costretto i genitori a prendere una severa decisione. E fu così che lo stalliere venne allontanato dal paese e la giovane rinchiusa in un convento. Non per questo volle prendere i voti né rinunciare al suo sogno romantico. Fu allora riportata al castello, rinchiusa nelle prigioni e torturata finché non fosse rinsavita. Ciononostante la sua volontà non fu piegata. Solo allora, per evitare occasioni di scandalo, fu murata viva in una cella, insieme ad un cane, simbolo di fedeltà, e ad un cinghiale, emblema della ribellione.
Questa vicenda così violenta e brutale, tuttavia, se pose fine alla vita della giovane fanciulla, sola non bastò a domarne lo spirito che pare aleggiare ancora per le stanze del castello (sono molte le persone che giurano di averla vista!), nelle forme di una ragazza dai lunghi capelli posati sulla schiena.
Il primo a chiamarsi Malaspina fu Alberto, discendente diretto di Oberto, capostipite della nobile ed illustre famiglia degli Obertenghi (945 d.C.). Sull’origine di questo nome si sprecano teorie e leggende. Una di queste, illustrata in un dipinto conservato in una sala del castello, ne fa risalire l’origine all’anno 540 d.C. quando il giovane nobile Accino Marzio vendicò la morte del padre sorprendendo il re dei Franchi Teodoboerto nel sonno e trafiggendolo alla gola con una spina. Il grido disperato del re “Ah ! mala spina !” dette origine al cognome e, in seguito, al motto di famiglia “Sum mala spina bonis, sum bona spina malis”.
Nel 1221 la famiglia Malaspina si divide in due rami, i Malaspina dello Spino Secco ed i Malaspina dello Spino Fiorito. Questi ultimi prenderanno possesso, fra gli altri, del feudo di Fosdinovo e del suo castello dove, nel 1306, sarà ospitato Dante Alighieri, grande amico dei Malaspina. Ancora oggi il castello è di proprietà della famiglia Malaspina.
Il Castello Malaspina di Fosdinovo, risalente alla seconda metà del XII secolo, si erge a nord della Toscana tra le Alpi Apuane e la costa del Mar Tirreno (Lerici, Cinque Terre, Versilia).
Le camere si trovano lungo il percorso museale.

Lo spazio
Il B & B gestito dalla famiglia Malaspina, è svolto nelle più belle sale del castello. Ogni camera è unica per arredi e vista. Ci sono confortevo…
continua a leggere

Servizi

Parcheggio gratuito incluso
Wi-fi
Colazione
Non disponibile: Rilevatore di monossido di carbonio
Non disponibile: Allarme antincendio

Seleziona la data di check-in

Aggiungi le date del tuo viaggio per conoscere il prezzo esatto
Check-in
Aggiungi una data
Check-out
Aggiungi una data

5.0 su 5 stelle su 4 recensioni

Pulizia
Precisione
Comunicazione
Posizione
Check-in
Qualità/prezzo

Posizione

Fosdinovo, Toscana, Italia

Ospitato da Pietro

Membro dal giorno aprile 2012
  • 137 recensioni
  • Identità verificata
Hello: travel, reading and talking with interesting people, that's what i like most. For this reason i create with my wife a place were is possible to have this things at the same time!
  • Tasso di risposta: 100%
  • Tempo di risposta: entro un giorno
Per proteggere i tuoi pagamenti, non trasferire mai del denaro e non comunicare fuori dal sito web o dall'app di Airbnb.

Cose da sapere

Regole della casa
Check-in: Dopo le ore 15:00
Check-out: 12:00
Non è consentito fumare
Animali non ammessi
Sono permessi soggiorni a lungo termine (28 giorni o più)
Salute e sicurezza
Si impegna a seguire la procedura avanzata di pulizia di Airbnb. Scopri di più
Si applicano le linee guida di Airbnb in materia di distanziamento sociale e altri aspetti relativi all'emergenza COVID-19
Rilevatore di monossido di carbonio non segnalato Scopri di più
Allarme antincendio non segnalato Scopri di più
Termini di cancellazione