Vai al contenuto
    Vai avanti per accedere ai risultati suggeriti
    5 maggio: un aggiornamento importante da parte di Airbnb

    5 maggio: un aggiornamento importante da parte di Airbnb

    La COVID-19 ha cambiato il settore del turismo. Oggi abbiamo dovuto condividere delle notizie spiacevoli.
    Da Airbnb, in data 5 mag 2020
    Lettura di 9 min.
    Ultimo aggiornamento: 6 mag 2020

    L'emergenza COVID-19 ha profondamente modificato l'industria dei viaggi, e oggi abbiamo dovuto condividere la triste notizia relativa al taglio al personale di Airbnb. Questa settimana ci stiamo concentrando sui nostri dipendenti, e ti chiediamo un po' di comprensione e pazienza per consentirci di dar loro tutto il supporto necessario. Ecco cosa puoi aspettarti la prossima settimana:

    • Continueremo a rispondere alle vostre domande sui nostri canali social, nel Community Center e tramite il nostro team di Community support
    • Abbiamo intenzione di collaborare con un gruppo ristretto di leader della nostra community di tutto il mondo, per raccogliere il feedback dei nostri host e individuare le domande più frequenti
    • Il 14 maggio il nostro CEO, Brian Chesky, terrà un aggiornamento per gli host in diretta per rispondere alle domande più importanti e affrontare gli argomenti che più vi stanno a cuore

    Teniamo a ribadire il nostro impegno a sostenere te e i tuoi ospiti e a ricostruire le nostre attività insieme. A presto.

    In data odierna, Brian Chesky, co-fondatore e CEO di Airbnb, ha inviato la seguente nota ai dipendenti Airbnb.

    * * *

    A: Airbnb World Team
    Oggetto: Aggiornamento importante

    Cari membri del team,

    questa è la settima volta che vi parlo da casa mia. Negli appuntamenti precedenti ho condiviso aggiornamenti sia positivi che negativi. Oggi, però, le notizie che mi trovo a comunicarvi sono molto tristi.

    Quando mi avevate chiesto notizie in merito a eventuali esuberi, vi avevo risposto che erano una possibilità. Oggi devo purtroppo confermarvi che ci sarà un taglio al personale di Airbnb. Per un'azienda come la nostra, con una mission che ruota attorno al senso di appartenenza, questa è una decisione davvero difficile, e lo sarà ancora di più per coloro che dovranno lasciarci. Condividerò con voi tutti i dettagli che posso su come siamo giunti a questa soluzione, su cosa stiamo facendo per coloro che se ne andranno e su quali saranno i prossimi passi.

    Permettetemi prima di spiegare come siamo giunti a questa decisione. Stiamo tutti vivendo il momento di crisi più straziante della nostra vita, che ha portato a un arresto dei viaggi a livello globale. Airbnb è stata colpita duramente. Per il 2020, prevediamo una diminuzione del fatturato di oltre il 50% rispetto al 2019. Abbiamo quindi raccolto capitali per 2 miliardi di dollari e apportato un taglio netto ai costi a livello globale.

    Queste misure erano necessarie, ma quello che ci ha fatto capire con certezza che avremmo dovuto spingerci oltre sono state due verità scomode:

    1. Non sappiamo di preciso quando potremo tornare a viaggiare.
    2. Anche quando ricominceremo a farlo, viaggiare sarà diverso.

    Sappiamo che Airbnb si riprenderà del tutto da questa crisi. Allo stesso tempo, però, i cambiamenti che subirà non saranno temporanei, né di breve durata. Abbiamo bisogno di apportare modifiche radicali alla nostra azienda, riducendo il numero di dipendenti per seguire una strategia aziendale più mirata.

    Dei nostri 7.500 dipendenti, quasi 1.900 dovranno lasciare Airbnb, pari a circa il 25% del totale. Dato che non possiamo più permetterci tutto quello che facevamo una volta, abbiamo dovuto effettuare dei tagli per adattarci alle nostre nuove attività più mirate.

    Un'azienda più mirata

    Il campo dei viaggi, in questa nuova realtà, sarà diverso. Airbnb deve quindi evolvere di conseguenza. Le persone cercheranno opzioni più vicine a casa, più sicure e più convenienti. E, soprattutto, una cosa importante di cui sono state private: le connessioni umane. Agli inizi, Airbnb si fondava proprio sulle connessioni e sul senso di appartenenza. Questa crisi ci chiede di tornare alle origini, al principio di tutto, a ciò che davvero rende Airbnb speciale: le persone comuni che ogni giorno mettono a disposizione i propri alloggi e le proprie esperienze.

    Questo significa che dovremo ridurre gli investimenti in attività che non supportano direttamente il nucleo centrale della nostra community di host. Tra i progetti che abbiamo deciso di sospendere, Airbnb Studios e quello legato ai mezzi di trasporto. Ridurremo inoltre gli investimenti dedicati a Hotel e Lux.

    Queste decisioni non hanno nulla a che fare con il fantastico contributo offerto da questi team, né significa che tutti i membri di quei team dovranno lasciarci. I cambiamenti avranno un impatto sui team dell'intera azienda. Molti saranno ridimensionati, sulla base del loro ruolo all'interno della nuova strategia di Airbnb.

    Il nostro approccio ai tagli

    Per affrontare la riduzione del personale, per noi era importante fare riferimento a una serie di principi chiari, ispirati ai nostri valori fondamentali. Ecco i nostri principi guida:

    • Adattare i tagli alla futura strategia aziendale e alle risorse di cui avremo bisogno.
    • Fare tutto il possibile per i dipendenti interessati da questa decisione.
    • Portare avanti il nostro impegno costante a favore della diversità.
    • Fare il possibile per comunicare la decisione singolarmente a ogni persona interessata.
    • Attendere di avere a disposizione tutti i dettagli per comunicare qualsiasi decisione, dato che far trapelare informazioni parziali può peggiorare la situazione.

    Ho fatto del mio meglio per rimanere fedele a questi principi.

    Processo di ridimensionamento

    L'intero processo è iniziato con la delineazione di una strategia aziendale mirata, costruita su un modello di costo sostenibile. Abbiamo quindi analizzato il ruolo di ciascun team all'interno della nuova strategia, stabilendone dimensioni e conformazione per il futuro. Per ogni team, abbiamo poi effettuato un'attenta valutazione di ciascun membro, e preso una decisione in base alle competenze che consideriamo cruciali per le nostre future necessità aziendali.

    Il risultato è che ci troveremo a salutare colleghi per cui nutriamo una stima e un affetto profondi. Persone fantastiche lasceranno Airbnb, e altre aziende saranno fortunate ad averle.

    Per aiutare chi dovrà andarsene, offriremo liquidazioni, azioni, copertura sanitaria e sostegno nella ricerca di un nuovo impiego, e faremo il possibile per riservare a ciascuno il trattamento umano e riguardoso che merita.

    Liquidazioni

    I dipendenti con sede negli Stati Uniti riceveranno una liquidazione di importo pari allo stipendio base di 14 settimane, più 1 settimana aggiuntiva per ogni anno passato con Airbnb. La durata della collaborazione verrà arrotondata all'anno più vicino. Un dipendente che ha lavorato per Airbnb per 3 anni e 7 mesi, per esempio, avrà diritto a 4 settimane di stipendio aggiuntive, per un totale di 18 settimane. I dipendenti con sede al di fuori degli Stati Uniti riceveranno una liquidazione di importo pari ad almeno 14 settimane di stipendio, con eventuali settimane aggiuntive basate sulla durata della collaborazione e sulle pratiche specifiche adottate nel proprio Paese.

    Equity

    Abbiamo eliminato il limite di 1 anno di servizio per tutti i dipendenti assunti nell'ultimo anno, affinché tutti coloro che dovranno lasciarci, indipendentemente dal tempo che hanno passato con noi, lo faranno da azionisti. Inoltre, chi dovrà andarsene avrà diritto di opzione dalla data di maturazione del 25 maggio.

    Assicurazione sanitaria

    Nel pieno di una crisi sanitaria globale di durata ancora sconosciuta, vogliamo aiutare chi lascerà l'azienda a sostenere eventuali spese associate. Per i dipendenti residenti negli Stati Uniti, offriremo una copertura assicurativa di 12 mesi tramite COBRA. Per i dipendenti residenti in tutti gli altri Paesi, offriremo invece una copertura assicurativa fino alla fine del 2020, in alcuni casi perché non siamo legalmente autorizzati a sostenerla oltre, in altri perché i piani attuali non ci consentono un'estensione. Forniremo inoltre una copertura di 4 mesi per i servizi dedicati alla salute mentale tramite KonTerra.

    Sostegno nella ricerca di un nuovo impiego

    Il nostro obiettivo è quello di mettere i colleghi che dovranno lasciarci in contatto con nuove opportunità lavorative. Ecco 5 modi in cui abbiamo deciso di sostenerli:

    • Alumni Talent Directory: lanceremo un sito web destinato al pubblico per aiutarli a trovare un nuovo lavoro. I dipendenti in questione potranno scegliere di rendere il proprio profilo, il CV e degli esempi del proprio lavoro accessibili a potenziali datori di lavoro.
    • Alumni Placement Team: per tutto il resto del 2020, una porzione significativa del team dedicato alla ricerca e selezione del personale di Airbnb farà parte dell'Alumni Placement Team. I reclutatori che resteranno con Airbnb offriranno supporto ai dipendenti che se ne andranno per aiutarli a trovare un nuovo impiego.
    • RiseSmart: offriremo servizi di collocamento per un periodo di 4 mesi tramite RiseSmart, un'azienda specializzata in transizioni e inserimento lavorativi.
    • Employee Offered Alumni Support: incoraggeremo tutti i dipendenti che resteranno con Airbnb a offrirsi volontari in un programma volto a fornire assistenza a quelli che se ne andranno, per aiutarli a trovare nuove opportunità.
    • Laptop: il computer è uno strumento indispensabile per trovare un nuovo lavoro. Consentiremo quindi a tutti coloro che dovranno lasciare Airbnb di tenere i propri computer portatili Apple.

    Prossimi passi

    Desidero offrire un quadro chiaro a tutti il prima possibile. Con dipendenti sparsi in 24 Paesi, ci vorrà del tempo per ottenerlo, tempo che dipenderà dalle leggi e normative locali. Alcuni Paesi prevedono per esempio delle regole molto specifiche in merito alle notifiche relative all'occupazione. Sebbene i nostri processi possano differire a seconda del Paese, abbiamo cercato di riservare lo stesso riguardo a ciascun dipendente.

    Per quanto riguarda gli Stati Uniti e il Canada, posso illustrarvi con certezza come abbiamo intenzione di procedere. Nelle prossime ore, i dipendenti che lasceranno Airbnb riceveranno un invito a un incontro di commiato con un responsabile senior del proprio dipartimento. Per noi era molto importante comunicare questa decisione in modo privato, ovunque fosse possibile a livello legale. L'ultimo giorno di lavoro dei dipendenti che ci lasceranno negli Stati Uniti e in Canada sarà lunedì 11 maggio. Abbiamo scelto questa data per dare a tutti il tempo necessario per prepararsi e salutare i colleghi, dato che siamo consapevoli e rispettiamo quanto sia importante.

    Alcuni dipendenti che rimarranno in azienda avranno un nuovo ruolo. Questi riceveranno un invito con oggetto "Nuovo ruolo" per partecipare a un meeting in cui avranno maggiori informazioni a riguardo. Chi di voi lavora negli Stati Uniti e in Canada e rimarrà in azienda non riceverà alcun invito sul calendario.

    Alle 03:00 (CET) terrò un meeting globale per i nostri team dell'Asia-Pacifica. Alle 09:00 (CET) terrò invece un meeting globale per i nostri team con base in Europa e Medio Oriente. Dopo ciascuno di questi incontri, procederemo con i passi successivi in base alle pratiche di ogni Paese.

    Ho chiesto a tutti i responsabili di Airbnb di non organizzare riunioni di team prima della fine di questa settimana, per rispetto nei confronti dei dipendenti interessati da questa decisione. Ci tengo a dare a tutti qualche giorno per elaborare la notizia, dopodiché terrò una nuova sessione di domande e risposte con il CEO alle ore 01:00 CET di venerdì mattina.

    Un ultimo commento da parte mia

    Come ho imparato nel corso delle ultime otto settimane, una crisi permette di capire che cosa conta davvero. Nonostante la frenesia di questo periodo, alcune cose mi sono più chiare che mai.

    Innanzitutto, sono grato per chiunque faccia parte di Airbnb. Per me siete stati tutti una fonte di grande ispirazione durante questa difficile esperienza. Anche in una situazione così difficile, ho visto che abbiamo dato tutti il meglio di noi stessi. Ora più che mai il mondo ha bisogno di legami umani e so che Airbnb sarà all'altezza della situazione. Ci credo perché credo in voi.

    Provo un profondo affetto per tutti voi. La nostra mission non ha solo a che fare con i viaggi. Agli esordi di Airbnb, il nostro motto era "Travel like a human" (in pratica, il lato umano del viaggio). Questo perché la componente umana, per noi, è sempre stata più importante, rispetto a quella del viaggio. Ciò che ci interessa di più è il senso di appartenenza, il cui centro risiede nell'amore.

    Per chi resta

    Possiamo onorare chi lascerà l'azienda facendogli sapere che il proprio contributo è stato importante, e che farà sempre parte della storia di Airbnb. Sono certo che il frutto del lavoro di queste persone perdurerà nel tempo, esattamente come la nostra mission.

    A tutte le persone che lasceranno Airbnb, voglio dire che

    mi dispiace davvero. Ci tengo a dirvi che non è assolutamente colpa vostra. Il mondo non smetterà mai di cercare le qualità e il talento che avete donato ad Airbnb... e che hanno reso l'azienda quello che è oggi. Vi ringrazio dal profondo del cuore per averli condivisi con noi.

    Brian

    Airbnb
    5 mag 2020
    È stato utile?